Telefono

0549.904547

E-Mail

Vasche in Cemento Armato

PROGETTAZIONE VASCHE IN CEMENTO ARMATO

SMEA Engineering si occupa da decenni di progettazione vasche in cemento armato di vario genere, come ad esempio:

  • Vasche in cemento armato per impianti di depurazione delle acque;
  • Decantatori;
  • Depositi per biomasse di vario genere;
  • Vasche antincendio;
  • Depositi per liquami;
  • Recipienti di raccoglimento per il digestato.

L’offerta di soluzioni su misura di vasche in cemento armato, si è andata evolvendo nel tempo con lo scopo di fornire al cliente soluzioni professionali e calzanti con le necessità sottoposte.

Il cemento offre straordinarie proprietà costruttive come resistenza e facilità di lavorazione, che lo hanno reso un materiale diffusissimo in svariati ambiti dell’edilizia, compreso il settore dell’energia e dell’ambiente, che è quello servito da SMEA Engineering.

Vasche in Cemento Armato

Vasche in Cemento Armato: progetto realizzato da Smea Engineering

CALCESTRUZZO E FERRO – LA SOLUZIONE FLESSIBILE

Quando alla fine del 1800 venne introdotto il ferro nella costruzione delle strutture, il panorama edilizio, fino ad allora basato sugli interventi in muratura, subì un notevole cambiamento.

Fino a quel momento infatti il metallo era stato utilizzato solo nelle opere più complesse e importanti come ponti o grattacieli, mentre per le costruzioni civili si utilizzava il cemento, materiale resistente alle corrosioni esterne ma dalle basse capacità elastiche.

La successiva diffusione del cemento armato diede il via al superamento della muratura anche in ambito civile. Tale costruzione in cemento armato presentava infatti sia le caratteristiche di successo del cemento (economicità, modellabilità e resistenza agli agenti), che del ferro (robustezza, elasticità).

Il cemento armato si ottiene unendo il calcestruzzo ed il ferro, quest’ultimo di solito sotto forma di barre di diametro attorno ai 3 centimetri, poste laddove ci si aspetta maggiore sollecitazione.

IL CALCESTRUZZO

Il calcestruzzo è quindi la componente dominante nel cemento armato, ed è a sua volta formato da inerti mescolati con cemento, e in seguito impregnati d’acqua in modo che si attivino le reazioni chimiche che permettono alle sostanze presenti di legarsi.

L’acqua serve quindi sia come agente di attivazione delle reazioni collanti, sia come fluidificante che ne rende possibile una facile lavorazione.

Da qui si capisce che in Italia il termine corretto sarebbe quindi calcestruzzo armato, dato che in realtà il cemento è solo un legante.

IL CEMENTO

Il cemento è il legante fondamentale che permette agli inerti e al ferro di diventare una cosa sola. Questa sostanza è composta per ¾ circa da argilla e per ¼ da calcare, che vengono macinati e cotti ad elevate temperature.

Nella generazione del calcestruzzo, bisogna formulare la giusta dose di miscela, poiché un eccesso di cemento comporterebbe una perdita di resistenza, e allo stesso modo poco di esso non permetterebbe agli inerti di legare abbastanza.

Vasche in Cemento Armato

Vasche in Cemento Armato: recipienti per il digestato realizzati da SMEA Engineering

GLI INERTI

Gli inerti sono la componente principale del calcestruzzo e ne formano la maggior parte del volume: la loro dosatura è fondamentale per la buona riuscita della miscela, in quanto devono andare a riempire gli spazi vuoti e minimizzare la quantità di cemento.

A tal proposito, le varianti di inerti disponibili sono:

  • Inerti di grosse dimensioni, come ghiaia e pietroline;
  • Inerti di piccole dimensioni, come la sabbia.

Il risultato ottimale si ottiene mischiando una giusta varietà di pietroline e granuli di diverse dimensioni, rendendo quindi variegato il calcestruzzo, ma anche scegliendo con cura la qualità degli inerti: non deve ad esempio esser presente argilla e materiali organici che disidratandosi possano indebolire la struttura; allo stesso modo le rocce non devono essere di tipo tenero e la sabbia possibilmente deve essere silicea.

L’ACQUA

Una volta preparate le sabbie e il pietrisco, e aver mischiato accuratamente il tutto con la giusta dose di cemento, è il momento di introdurre l’elemento chiave affinché la reazione chimica di presa avvenga, ed il composto si trasformi in calcestruzzo: l’acqua.

Essa non va versata all’unico scopo di inumidire il composto, ma deve anche renderlo duttile e malleabile, quindi va dosata in maniera tale da ottenere una sostanza densa ma plasmabile; un eccesso di acqua però, rende il calcestruzzo poco resistente e di poca presa, quindi anche in questo caso serve la dovuta calibrazione.

DEPOSITI E VASCHE IN CEMENTO ARMATO

Data la sua elevata lavorabilità e ottima resistenza, il cemento armato si presta bene per la progettazione di opere industriali.

Un esempio sono le vasche in cemento armato e i decantatori installati nei depuratori: il loro compito in fase depurativa è ben supportato da questo materiale, che consente di creare il contenitore su misura per ogni necessità della giusta resistenza.

Un’altra applicazione è nelle vasche antincendio, necessarie a volte anche di notevoli dimensioni per contenere tutta l’acqua necessaria ad assicurare interi impianti nel caso si sviluppino delle fiamme.

Come se non bastasse, viene applicato anche nell’ambito della produzione energetica per mezzo di biogas o biometano, per la costruzione di vasche in cemento armato per le biomasse o il digestato e per depositi di liquami, dove assumono la forma di ampi bacini essenziali per stoccare il materiale in attesa del suo più congruo utilizzo, senza che venga disperso nell’ambiente, e ottimizzandone la rendita economica.

Vasche in Cemento Armato

Vasche in Cemento Armato: decantatore per fanghi realizzato da Smea Engineering
I nostri risultati

0

Nmc/h: fumi depurati nei nostri impianti progettati

0

Tonnellate/Anno CO2 risparmiate

0

MWe: potenza generata da impianti rinnovabili progettati

0

Impianti Realizzati

0

Paesi Serviti

SMEA Engineering srl - Via Tabellione Lorenzo 1, 47890 San Marino (RSM) - Tel.: 0549.904547 - Email: info@smea-srl.com - C.O.E. SM22124